Il Fatto Quotidiano
IMPROVVISAMENTE SIAMO SENZA NAZIONI UNITE

Caro  Furio Colombo,

Ti guardi intorno e scopri che non ci sono più le Nazioni Unite. Dopo Banki Moon, anche Gutterrz governa quasi in silenzio. Siamo  agli ultimi giorni dell'ONU?

Michele

Forse si, ma non si potrà dire che le Nazioni Unite stanno morendo di vecchiaia. Se ci fosse un tribunale, la morte del grande sogno di Franklin Delano Roosevelt sarebbe indagato come delitto. Un lungo e sistematico processo di avvelenamento. Cerco di dirlo nei seguenti punti.

1 - Le Nazioni Unite sono state, nei primi decenni del dopoguerra, sostenute e protette pienamente dagli Stati Uniti. L'Onu e le sue agenzie beneficiavano di grande sostegno finanziario americano  e l'Europa   metteva  a disposizione i suoi migliori talenti. Lo scrittore e poeta irlandese Conor Cruse O' Brian è stato, in sequenza, celebre scrittore in patria, celebre docente negli USA, Segretario generale dell'Onu,  e, subito dopo, primo ministro del suo Paese. Nel periodo precedente  si ricordano  Segretari generali i leggendari  come Dag  Hammarskjold e U Thant.

2 - L'ONU è stato il luogo di  alcuni grandi eventi mondiali degli anni Sessanta e Settanta, come il discorso  ( e la scarpa battuta sul banco ) di Nikita Krusciov, e l'arrivo di Fidel Castro che si è accampato con la  sua delegazione, nell'ingresso del Palazzo di vetro.

3 - Alcune agenzie dell'Onu hanno avuto un ruolo di grande importanza nella vita e nelle relazioni internazionali. Nelle mani di Jim Grant, efficientissimo manager americano, l'Unicef, organizzazione per l'infanzia dell'Onu, ha vaccinato milioni di bambini in Africa e in Asia, creando la prima generazione protetta in intere  aeree di ciò che era allora definito il terzo mondo. Le imprese  private americane ed europee mantenevano rapporti continui con le agenzie di intervento e cooperazione dell'Onu , per essere scelte come fornitrici. A quel tempo erano grandi affari.

4- Dopo gli anni Settanta inizia una campagna di "fake news" contro l'Onu, accusata di essere una grande organizzazione ebraica e afro americana che si preparava a dominare il mondo. Nasce la leggenda degli elicotteri neri che, la notte, avrebbero sorvolato l'America per controllare il Paese, ormai governato  da ebrei, neri e non credenti.  Circolano libri come " Raccolti di rabbia" e leggende di oppressione straniera  sugli Usa  che provocano la formazione di gruppi cristiani armati ( Christian Identity,  Order ).  5 - Ronald Reagan (1980) è il primo presidente che accoglie le leggende  " fake news" contro l’Onu senza citarle, ma seguendole   scrupolosamente. Ovvero, le Nazioni Unite  sono una minaccia per l'America. Gli Usa di Reagan  proibiscono alle truppe americane di indossare i caschi blu o di far parte di truppe Onu. Soprattutto accrescono il divieto dei contributo USA, fino al punto che il fondatore e proprietario della CNN Ted Turner, si offre di pagare  di tasca sua una parte dell'immenso debito americano che intanto sta soffocando l'ONU. Nella prima guerra del Golfo (1991 ) l'assenso dell'ONU viene  ancora cercato da George Bush padre.  Nella seconda guerra del Golfo, Bush figlio le respinge, e  forma la " coalition of the willing" dove Bush chiama e Bush guida, senza interferenze. Comincia la fine, che viene fatta passare per anemia incurabile, ed è invece un decesso progettato con cura. Per la destra del mondo l'ONU che salva e protegge ( pur in mezzo a mille contraddizioni ed errori ) è troppo di sinistra.

FURIO COLOMBO

LETTERA - IL FATTO –27–aprile -2017 pag. 12

--------------------------------------------

Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano

00193 Roma, via Valadier n. 42

lettere@ilfattoquotidiano.it

 

 
Cookie Policy