Il Fatto Quotidiano
ABBIAMO SMARRITO IL LEADER. PER ANDARE DOVE?

Caro Furio Colombo,

Ci siamo domandati in molti se tra noi ci fosse un Macron per dare una spinta nuova alla nostra politica. Qual è la sua risposta?

Paola

….

Forse un Macron  c'è da qualche parte. Ma per andare dove ? Ho l' impressione che il nostro problema non sia tanto ( o solo ) di avere perso il leader, ma di avere perso la strada. E' interessante, a questo fine, fare attenzione ai gruppi di notizie, cosl come vengono aggregati e presentati dalle varie rassegne stampa ( penso a Radio Radicale ). Sono di tre gruppi: eventi politici e giustizia ( chi entra e chi esce dai processi e chi intende recriminare ); eventi di tutti i tipi ( politici, economici, imprenditoriali, privati ) e corruzione,non in quanto processi, ma come lista di nuovi personaggi indagati e di eventuali conseguenze; e questione migranti che viene raccontata sempre  come un storia a due teste. Di qua pieta' e costernazione, di la progetti di blocco rigoroso e implacabile di ogni passaggio, se necessario anche dislocando soldati italiani in Niger.

Naturalmente vi sono anche altre notizie, tipo la legge elettorale. ma sono tutte strade senza uscita e non serve a nessuno occuparsene. Dunque il materiale utile per costruire una "storia" (ora vi dico chi siamo e dove andiamo ) e' poco e inadeguato. Ovvero, come dice il colloquialismo tanto usato, " non ci porta da nessuna parte". Questa è la ragione per cui siamo fermi: manca non tanto un leader, ( che potrebbe essere qualunque persona di buona  volontà ) . Manca un piano e un percorso:andare dove, con chi, perché' ?.Per decidere bisogna compiere scelte che ormai si sonorivelate impossibili.Dove c' era la sinistra tutti si si sono  strappati le mostrine, non riconoscono se stessi e non li puoi riconoscere. Dove c' era la destra,    tanti piccolissimi  gruppi competono tra loro togliendosi posto e prestigio a vicenda.Per questa ragione temo che un eventuale Macron locale non verrebbe riconosciuto, e tutti tornerebbero, indaffaratissimi e immobili, a discutere di legge elettorale.

FURIO COLOMBO

LETTERA - IL FATTO –30–maggio -2017 pag. 10

--------------------------------------------

Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano

00193 Roma, via Valadier n. 42

lettere@ilfattoquotidiano.it

 

 
Cookie Policy